ELEMANIA
Digitale - Flip flop master-slave
Flip flop set-reset master-slave

Esaminiamo adesso un modo alternativo per realizzare un flip flop pilotato sul fronte del clock. Si consideri il seguente circuito:

mater slave flip flop

Esso realizzato per mezzo di due latch set-reset collegati in cascata, cio con le uscite del primo latch collegate agli ingressi del secondo latch. Il primo latch (quello pi a sinistra) detto master, mentre il secondo detto slave.

Osserviamo che il segnale di abilitazione E (enable) arriva direttamente al latch master, mentre giunge allo slave dopo essere stato invertito dalla porta NOT. Ci significa che il master e lo slave non sono mai contemporaneamente abilitati.

Il seguente diagramma temporale dovrebbe aiutare a comprenderne il funzionamento:

Si noti che quando E = 1 (livello alto) il master abilitato e dunque gli ingressi S e R agiscono sulle corrispondenti uscite Q1 e Q1 del master stesso. Invece lo slave disabilitato e dunque la sua uscita Q2 non cambia. Quando invece E = 0 (livello basso) il master viene disabilitato, mentre viene abilitato lo slave. Di conseguenza l'uscita Q2 cambia. In pratica l'uscita Q2 cambia solo sul fronte di discesa del segnale di enabile (che a questo punto possiamo chiamare clock).

In sostanza il circuito realizza (in una maniera diversa rispetto a quanto visto precedentemente) un flip flop set e reset pilotato sul fronte di discesa del clock. Il simbolo completo dunque lo stesso del flip flop set e reset visto prima (e anche il funzionamento in pratica identico).

Modificando la posizione della porta NOT non difficile realizzare un flip flop master slave abilitato sul fronte di salita del clock.

Altri flip flop master-slave

Usando lo stesso tipo di struttura master-slave vista per il flip flop SR, possibile realizzare un flip flop D master slave:

La figura seguente mostra invece un flip flop JK realizzato con due laltch SR in configurazione master-slave:

La struttura simile a quella del flip flop SR master-slave con l'aggiunta di due porte AND che funzionano come nel flip flop JK studiato nella precedente lezione

 

precedente - successiva

Sito realizzato in base al template offerto da

http://www.graphixmania.it